Menu Chiudi

CASI PRATICI

ESEMPI CONCRETI

Crediti d’imposta, bandi e incentivi possono essere cumulabili. Per essere certi di non perdere nessuna opportunità, è importante confrontarsi con consulenti specializzati.

Riportiamo di seguito degli esempi pratici che non vogliono e non possono essere esaustivi, ma che fanno vedere dei casi concreti di applicazione delle opportunità.

ESEMPIO n. 1

ACQUISTO MACCHINARIO + SOFTWARE 4.0

Un’azienda acquista nel 2021 un macchinario del valore di 600.000 euro, corredato da un software da 200.000 euro per un investimento totale di 800.000 euro. L’azienda attiva un finanziamento per far fronte all’investimento.

L’impresa può attivare:

  • credito d’imposta beni strumentali 4.0 (beni materiali) per il macchinario per il 50% del costo –> euro 300.000
  • credito d’imposta beni strumentali 4.0 (beni immateriali) per il software per il 20% del costo –> euro 40.000
  • credito d’imposta formazione 4.0 pari al 50% del costo dei dipendenti impegnati nella formazione all’utilizzo delle nuove tecnologie, per le ore di dedicate alla formazione –> ipotizziamo 5 dipendenti per un costo totale di euro 15.000 –> euro 7.500
  • contributo Nuova Sabatini in c/interessi –> euro 80.000

ESEMPIO n. 2

RICERCA E SVILUPPO

Una società metalmeccanica sta effettuando un’attività di ricerca di base applicata per sviluppare in via sperimentale un macchinario innovativo non presente sul mercato. Per fare questo impiega sia risorse interne che esterne ed utilizza gli impianti e le attrezzature di proprietà.

PERSONALE DIPENDENTE DEDICATO ALL’ATTIVITA’ DI R & S nel corso del 2021.

GIUSEPPE ROSSI – TECNICO QUALIFICATO n. 310 ore (come da report giornalieri  sottoscritti dal dipendente e controfirmati dal Responsabile R & S e dal legale rappresentante) euro / ora 25 per un tot. 7.750

GIANNI BIANCHI – TECNICO SPECIALIZZATO n. 310 ore euro /ora 30 per un tot. 9.300

ALTRI 5  DIPENDENTI TECNICI (esclusi impiegati amministrativi e/o commerciali) totale 42.000

1 AMMINISTRATORE DELEGATO  (rapporto di co.co.co)  per un importo specifico del suo compenso come deliberato dal Cda per euro 27.500

Per cui il totale del costo del personale è di euro (7.750+9.300+42.000+27.500)= 86.550

SERVIZI DI CONSULENZA da terzi specifici per la R & S euro 20.000

QUOTE DI AMMORTAMENTO per utilizzo delle attrezzature e degli impianti nel corso dell’attività  di R & S per euro 30.000

MATERIALI utilizzati nella R & S euro 40.000

Lo sviluppo del credito di imposta (pari al 20% delle spese ammissibili)  è il seguente:

  • COSTO DEL PERSONALE euro 86.550 per un credito di imposta di euro 17.310;
  • CONSULENZA euro 17.310 (il limite è il 20% della voce A) per un credito di euro 3.462;
  • QUOTE AMMORT. Euro 25.965 (il limite è il 30% di A) per un credito di euro 5.193;
  • MATERIALI euro 25.965 (limite è il 30% di A) per un credito di euro 5.193

Il credito di imposta TOTALE spettante è di euro 31.158

Le spese devono essere certificate da un Revisore Legale; le spese di certificazioni (nei limiti di euro 5.000)  vanno in aumento del credito di imposta. Tale agevolazione non spetta alle società che hanno l’obbligo della revisione legale.

ESEMPIO n. 3

FORMAZIONE 4.0

Una società metalmeccanica ha effettuato degli investimenti in tecnologia 4.0 e ha innovato di conseguenza la sua organizzazione, dotandosi di nuovi software. Elabora con l’aiuto di un’agenzia formativa un piano di formazione 4.0 per adeguare ed aggiornare la formazione dei dipendenti.

Il piano di formazione interessa i  progetti “interfaccia uomo / macchina; l’integrazione digitale dei processi aziendali; Internet delle cose e delle macchine” tutte comprese nelle attività ammissibili al credito di imposta formazione 4.0.

  • al corso partecipano 3 dipendenti in qualità di allievi e 1 dipendente in qualità di docente interno.
  • si ipotizza che il costo aziendale dei 4 dipendenti per il periodo in cui sono stati occupati nelle attività formative agevolabili sia pari a 15.000 euro;
  • le spese generali indirette siano pari a 1.600 euro;
  • le spese per materiali e forniture siano pari a 200 euro;
  • sostenga un costo di 2.000 euro per l’attività di certificazione contabile.

Le spese totali ammissibili sono quindi pari a 16.800 euro (15.000+1.600+200) e il credito d’imposta maturato è pari a:

  • 8.400 euro (ossia 16.800 x 50%, aliquota del credito d’imposta);
  • 2.000 euro (le spese sostenute per la certificazione contabile non superano il limite massimo di 5.000 euro ammesso al beneficio).

Di conseguenza, il credito d’imposta complessivamente maturato è pari a 10.400 euro (8.400+2.000).

Non perdere occasioni. Contattaci per capire insieme a noi quale può essere la soluzione giusta per te.