Menu Chiudi

Area di crisi complessa Terni-Narni (Umbria)


Pubblicato dalla Regione Umbria un bando che assegna contributi a fondo perduto per gli investimenti effettuati dalle micro, piccole e medie imprese in contabilità ordinaria ubicate nell’area di crisi complessa Terni – Narni.

Gli investimenti finanziabili, da un minimo di 50mila a un massimo di 1,5 milioni di euro, devono riguardare la costruzione di nuove unità produttive, la riqualificazione di quelle esistenti o essere utilizzati per consulenze.

Tra le spese ammissibili ci sono:

  • a) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche (purché compatibili con gli obiettivi del progetto presentato) fino a un massimo del 30% dei costi totali ammissibili;
  • b.1) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b.2) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Impresa 4.0;
  • c.1) programmi informatici funzionali all’automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • c.2) programmi informatici connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» esclusivamente correlati alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • d) investimenti per la digital transformation ; CRM; software di business intelligence; smart place;
  • e. 1) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.1 e c.1);
    e. 2) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.2, c.2, d e spese di consulenza per la digital assessment e l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende.

Le spese relative alle voci e.1 ed e.2 possono raggiungere un massimo del 10% della spesa totale ammissibile.

L’investimento complessivo non potrà essere relativo soltanto alle voci di spesa di cui alle lettere a)  e/o e).

L’intensità del contributo sarà distribuita nel modo seguente:

  • Agevolazioni per beni materiali/immateriali
    • • 25% per le imprese in regime de minimis;
    • • 20% per le micro /piccole imprese in regime ordinario / 10% per le medie imprese in regime ordinario;
    • • 30% per le micro e piccole imprese /20% per le medie imprese di Narni e Terni, ubicate in determinate particelle NUTS3 (aree 107 3.c.)
  • Agevolazioni per servizi di consulenza
    • 50% regime ordinario

Sono escluse le spese diverse dall’acquisto diretto o effettuate prima dell’invio della domanda.

La graduatoria terrà conto dei seguenti criteri ai quali vengono assegnati diversi punteggi:

  • Incremento occupazionale
  • Rilevanza investimento 4.0, Digital transformation e consulenza sugli investimenti totali
  • Investimento 4.0 appartenente a sezione “Assicurazione della qualità e della sostenibilità” All. 12 – voci A14-A22
  • Valutazione indici soggetto proponente: indici finanziari, di redditività, capitale sociale
  • Settori primari: premialità per le imprese manifatturiere dell’agroalimentare, della chimica verde, della meccanica e della metallurgia (C10-11-13-20-22-23-24-25) e della fornitura acqua E-38 (solo rifiuti origine industriale e commerciale (Punteggio 10);

Il progetto dovrà essere portato a termine entro 12 messi dalla data di ammissione al contributo e rendicontato entro il 30/09/2023

Le domande potranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio e fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2021.


Referenti:
Silvia Vignaroli – 075 5059126 – silvia.vignaroli@cnaumbria.it
Paola Sorbi – 075 5059188 – paola.sorbi@cnaumbria.it